Articoli

Sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà e disagio

 

 CHE COS'É

Il programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di disagio, e più in generale per il contrasto delle povertà, prevede interventi di sostegno al reddito e percorsi personalizzati di aiuto finalizzati ad accrescere la possibilità delle persone che vivono condizioni di povertà di partecipare con dignità alla vita sociale.

 Il programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di disagio assume i seguenti principi:

− promozione e valorizzazione delle risorse individuali e familiari ai fini della loro inclusione sociale;
− presa in carico della persona e della famiglia in condizione di povertà;
− ruolo attivo del Comune nella valutazione delle situazioni di deprivazione e nella gestione degli interventi;
− valorizzazione del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione sociale;
− integrazione con gli interventi sanitari, di inserimento sociale, lavorativo e formativo;
− temporaneità dell’intervento finalizzato al superamento della fase di povertà.

A CHI É RIVOLTO

In ottemperanza alla Delibera di Giunta Regionale n. 48/7 del 02.10.2015 possono presentare domanda di inserimento nel Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà  i cittadini e le loro famiglie con un reddito ISEE non superiore a € 5.000,00 annui.  

É consentita, per particolari o complesse situazioni di bisogno valutate dal servizio sociale, una flessibilità dell’ ISEE di accesso fino a € 6.000,00 annui.

In presenza di un ISEE in corso di validità e nel contempo per almeno uno dei componenti siano intervenute variazioni significative nell’indicatore della situazione reddituale potrà essere presentato un “ISEE CORRENTE” come disciplinato dall’Art. 9 del D.Lgs. 159/2013.

 Il Programma, rivolto a tipologie differenziate di disagio, si articola nelle tre linee di intervento di seguito descritte:

LINEA DI INTERVENTO 1: SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO

LINEA DI INTERVENTO 2: CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L’ABBATTIMENTO DEI COSTI DEI SERVIZI ESSENZIALI

LINEA DI INTERVENTO 3: IMPEGNO IN SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ

COME FARE

A seguito di pubblicazione della delibera regionale, l’ufficio servizi sociali del Comune pubblica apposito bando. I beneficiari in possesso dei requisiti richiesti  possono rivolgersi all’ufficio e presentare la domanda.

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

L’istanza dovrà essere corredata, pena l’esclusione, dalla seguente documentazione:
1. Domanda di ammissione al programma redatta secondo il modello All. A);
2. Attestazione ISEE rilasciata da un Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale (CAF), in corso di validità, di cui al D.P.C.M. 5 DICEMBRE 2013, n. 159 o ISEE Corrente;
3. Scheda informativa sui requisiti specifici redatta secondo il modello All. B); (SOLO PER TIPOLOGIA 3);
4. Dichiarazione disponibilità all’inserimento in percorsi formativi/lavorativi presso aziende e/o cooperative All. C); (SOLO PER TIPOLOGIE 1 e 3);
5. Certificato di iscrizione al Centro per l’impiego indicante la data di iscrizione di tutti i componenti familiari (SOLO PER TIPOLOGIE 1 e 3);
6. Eventuale iscrizione alle liste speciali di cui alla Legge 68/99 di tutti i componenti familiari, indicante la data di iscrizione (SOLO PER TIPOLOGIE 1 e 3);
7. Attestazione di iscrizione al Centro Servizi I.O.L. (Inserimento e Orientamento al Lavoro) di tutti i componenti familiari, indicante la data di iscrizione; (SOLO PER TIPOLOGIE 1 e 3);
8. Copia di un documento di identità del richiedente in corso di validità;
9. Copia del codice fiscale;
10. Eventuali altri documenti ritenuti utili ai fini dell’attribuzione del punteggio.

SCADENZE E RINNOVI

La domanda può essere presentata solo in seguito alla pubblicazione del bando comunale pertanto la scadenza è strettamente legata ai tempi di pubblicazione della delibera regionale.

Non sono previsti termini di scadenza per le istanze di inserimento nelle linee 1 e 2 del programma.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

•    Delibera di Giunta Regionale n. 48/7 del 02.10.2015 recante “Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni dipovertà e di disagio. L.R. 9 marzo 2015, n. 5, art. 29, comma 23 – euro 30.000.000 (UPB S05.03.007). L.R. n. 7/1991, art. 20 - euro 400.000. UPB S05.03.007”;
•    Delibera di Giunta Regionale pubblicata annualmente;
•    DISCIPLINARE DI ACCESSO ALLA LINEA DI INTERVENTO 3: IMPEGNO IN SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ  (Approvato con Deliberazione G.C. n. 107 del 16.12.2015).

MODULISTICA

 Domanda di ammissione al programma 9 annualità - 2015.  All. A)

Scheda informativa sui requisiti specifici redatta All. B) SOLO PER TIPOLOGIA 3

Dichiarazione disponibilità all’inserimento in percorsi formativi/lavorativi presso aziende e/o cooperative All. C) SOLO PER TIPOLOGIE 1 e 3